Chi siamo

Mission

L’A.P.S. – A.S.D. “Libertango” ha il compito fondamentale:

  • di promuovere e gestire attività sportive dilettantistiche e motorio sportive, con specifica attenzione a progetti di rieducazione motoria o neuro-motoria nell’ambito della medicina non convenzionale;
  • di promuovere attività culturali, ricreative, ambientali e turistiche per la diffusione delle origini e delle tradizioni del tango argentino;
  • di svolgere attività assistenziali e di promozione del benessere psico-fisico tramite l’utilizzo della tecnica e della filosofia del tango argentino, quale strumento coadiuvante per intervenire su problemi di natura non psicopatologica e per migliorare le relazioni interpersonali e la crescita personale;
  • di attivare collaborazioni per lo svolgimento di progetti, manifestazioni, eventi, iniziative culturali, sportive, musicali, ricreative ed assistenziali su tutto il territorio.

All’ A.P.S. – A.S.D. “Libertango” può aderire chiunque, senza distinzioni di età o di sesso, purché sia volenteroso di partecipare attivamente alla vita dell’associazione e che si impegni insieme a noi alla realizzazione degli obiettivi stabiliti dal nostro statuto.

Chi siamo

Antonella Salerno

Antonella Salerno, maestra di danze argentine, diplomata presso la Federazione Italiana Danza Sportiva, ha inoltre conseguito :

  • Abilitazione Metodo “Riabilitango”, fondato e sperimentato presso l’Ospedale San Giuseppe di Milano, detenendo l’esclusiva per la provincia di Foggia;
  • Abilitazione come assistente per la Psicotangoterapia Metodo Trossero;
  • Abilitazione al Metolo ” L’Oltretango”.

La sede

Sede Libertango

Varcata la soglia dell’A.P.S. – A.S.D. “Libertango”, che ha sede in Via Carlo Ciampitti, 38, nel pieno centro cittadino, si viene proiettati in un’altra dimensione. Ricavata all’interno di una galleria commerciale, la struttura si presenta ampia e curata in ogni minimo dettaglio. La grande parete di fondo  rappresentante “La Boca” di Buenos Aires, insieme a tutti gli altri dettagli sapientemente scelti e collocati,  parlano del tango argentino e delle sue profonde radici.