Progetto “Tango è Salute”

tango_è_salute
L’A.S.D. “Libertango” partecipa all’iniziativa “Tango è salute”, nata da una collaborazione con l’associazione di volontariato “Sani stili di vita” , presieduta dalla Dott.ssa Teresa Marcone, in convenzione con l’Azienda Ospedaliera Universitaria e l’Università di Foggia. Con questo progetto proponiamo un percorso formativo-esperienziale di tango rivolto agli operatori sanitari  e ai pazienti affetti da patologie reumatiche e  metaboliche (responsabile scientifico Dott. Antonio Battista in collaborazione con la Dott.ssa Teresa Marcone e il Dott. Romano Bucci).

La sedentarietà, le abitudini alimentari non corrette, le situazioni emotive conflittuali possono contribuire a determinare la sempre maggiore incidenza di patologie reumatico-articolari e di patologie metaboliche quali l’obesità e il diabete. La tangoterapia, metodo “terapeutico” basato sul tango argentino e già affermata forma di “terapia complementare” per le malattie neurodegenerative, è di recente oggetto di sperimentazione nei soggetti diabetici.

Oltre alle spiccate doti comunicative ed espressive, studi clinici hanno dimostrato i numeri effetti benefici del tango sulla salute psicofisica e sull’assetto relazionale: la tangoterapia, oltre ad ispirare fiducia reciproca ed apertura verso gli altri è a conti fatti una forma di terapia supportiva che, aumentando il livello di attività fisica e di fitness cardiovascolare, contribuisce anche a migliorare la sensibilità insulinica. Inoltre, l’idea alla base di questo progetto è che i benefici del tango possano trovare applicazione anche all’interno degli ambienti di lavoro. Infatti, tecniche ed esercizi basati su questa danza, permettono di acquisire e di rafforzare una serie di competenze traversali utili per affrontare efficacemente il lavoro quali: il senso della leadership, la capacità motivazionale, di coordinamento e di gestione degli imprevisti, il problem solving e l’empatia verso i pazienti e il miglioramento nella comunicazione interpersonale, attraverso l’abbraccio.

L’A.S.D.”Libertango” partecipa al progetto nella persona della sua presidente, Antonella Salerno, maestra di tango argentino e tecnico tangoterapeuta abilitata (metodo Trossero e Riabilitango) alla quale sarà affidato il compito di presiedere agli incontri.